robottino ruota robottino
BEST     TECH
  NOVITà

NAS Synology DS218 play

Per i patiti del multimedia, ma non solo

Voto: 9 / 10
Krix - 21-09-2019
editor's choice
NAS Synology DS218 play

Synology è uno dei marchi leader nel campo dei DiskStation  sia in ambito Home che in ambito Business. Un anno fa ha lanciato una nuova serie di NAS a singolo e doppio disco. La serie è composta da tre modelli, due a doppio disco (DS218play e DS218j) e uno a singolo disco (DS118). 

Ho avuto modo di provare qualche tempo fa il modello DS216Play, se vi interessa vi linko il video e l'articolo in cui ne parlo, e già allora ne ero rimasto piacevolmente colpito. Così ora, complice il fatto che il lavoro ormai mi richiede per forza di cose l'utilizzo di un supporto più affidabile per i miei documenti e backup, ho chiesto agli amici di Synology l'opportunità di avere a disposizione il modello DS218play per il mio utilizzo quotidiano.

Le migliorie rispetto alla precedente serie, DS216, sono relegate all'hardware, che però ha sbloccato diverse nuove funzionalità. DS218play e DS118 sono gemelli a livello di processore e RAM. Montano entrambi una CPU quad-core da 1,4 GHz a 64 bit, affiancata da 1GB di ram DDR4 (sulla vecchia serie era DDR3). Il primo però è a doppio disco, mentre il secondo è a disco singolo. La differenza è intuibile: con un NAS a doppio disco si può ottenere il doppio dello spazio, oppure una doppia sicurezza memorizzando i dati in due dischi diversi. 

Sul DS218play infatti è possibile utilizzare la tecnica RAID, per chi non sapesse di cosa sto parlando il RAID è una tecnica che permette al controller, in grado di gestire le diverse unità di archiviazione, di suddividere i dati tra i molteplici dischi presenti, in maniera tale da poter aumentare le prestazioni, la sicurezza ed anche la tolleranza contro eventuali guasti. Il nuovo Synology DS218Play permette di usare la tecnica RAID1 per avere una copia esatta del nostro disco principale. La dimensione massima del disco singolo attualmente supportata è di 14 TB, fornendo all’unità una capacità massima di 24 TB con un volume massimo supportato di 108 TB, che è un enorme aumento rispetto ai 16 TB del DS216play.

Unboxing

La confezione del DS218play è semplice, minimale, pochi fronzoli come è sempre stato e contiene un alimentatore da 60 W, delle viti per il fissaggio dei dischi, un cavo Ethernet di buona qualità e una guida rapida all’installazione.

La DiskStation di Synology misura solo 222,5 mm di lunghezza per 100 mm di larghezza e 165 mm di altezza. Esternamente è completamente nera opaca, a parte metà del pannello anteriore che ha una finitura lucida, contenente le quattro spie verticali; stato del sistema, attività di rete e due spie per l’attività dei dischi rigidi.

Il pannello posteriore è dominato dalla griglia per la ventola di raffreddamento YS Tech da 92 mm. Sotto questo si trovano una coppia di porte USB 3.0, una singola porta Ethernet e la porta per la spina dell’alimentazione.

Per facilitare il raffreddamento delle unità, entrambi i pannelli laterali del case hanno il marchio Synology tagliato. Il mio Synology trova spazio all'interno di uno sportello della libreria in sala insieme a router e ad altri dispositivi, non scalda eccessivamente e fino ad ora non ho avuto alcun problema.

Specifiche Tecniche

Processore: Realtek RTD1296 quad-core a 64 bit a 1.4 GHz
Memoria: 1 GB DDR4
Porte Gigabit Ethernet: 1
Connettori pannello posteriore: 2 x USB 3.0
Connettori del pannello frontale: nessuno
Supporto RAID: Synology Hybrid RAID, RAID 0, 1
Raffreddamento: ventola attiva da 92 mm
Alloggiamenti unità supportati: 2
Dimensione massima del disco rigido supportata: 14 TB
Capacità massima: 28 TB
Dimensione massima singolo volume: 108 TB
Supporto del file system interno: EXT4
Dimensioni (D x L x A): 222,5 x 100 x 165 mm.
Peso: 0,87 kg.

Il processore Realtek RTD1296 porta con sé motori hardware e di transcodifica che consentono il flusso in tempo reale di filmati in 4K Ultra HD (H.265 a 10 bit (HEVC), MPEG-4 Part 2, MPEG-2, VC-1) a una risoluzione massima di 4096 x 2160 e un frame rate massimo di 30fps.

 

Configurazione Iniziale

Come con tutte le unità Synology NAS, la prima parte della configurazione di DS218play prevede l’accesso a https://find.synology.com che avvia il Web Assistant. Questa app cerca tutte le DiskStation sulla rete in modo da poter iniziare l’installazione. Se questo metodo non riesce a trovare il NAS, l’App ha un collegamento al Centro download Synology in cui è possibile scaricare Synology Assistant sul PC per cercare nuovamente il NAS.

Una volta trovato il NAS, viene visualizzata la prima finestra della configurazione guidata DSM. Premendo Installa il sistema scarica automaticamente l’ultima versione di DSM e inizia a installarla dopo aver ricordato che tutti i dati presenti sui dischi rigidi verranno eliminati. Al termine dell’installazione, il NAS viene riavviato, e si dovrà procedere alla creazione dell’account NAS, in cui si assegna un nome server, nome utente dell’amministratore e password.

Successivamente sarà possibile configurare il Quick Connect per l’accesso remoto alla DiskStation o saltarlo e configurarlo in un secondo momento, come è possibile con l’installazione dei pacchetti consigliati da Synology.

Quick Connect è uno strumento molto interessante che vi consiglio di configurare in quanto vi consentirà di collegarvi al NAS anche quando siete al di fuori della vostra rete Aziendale o Domestica dove è appunto inserito il NAS. I file su Synology NAS sono accessibili da internet senza bisogno di impostare le regole di inoltro porta, il DDNS o altre complesse configurazioni di rete. QuickConnect permette di connettersi a un indirizzo sicuro e personalizzabile per accedere subito ai file multimediali e di lavoro da qualsiasi dispositivo connesso a internet, senza costi aggiuntivi. 

Il sistema operativo Synology DiskStation

Synology offre da anni una piattaforma per la gestione del NAS che è un vero e proprio sistema operativo capace di espandere le proprie funzionalità con applicazioni scaricabili dal suo store. Si può quindi trasformare il NAS nel proprio cloud personale raggiungibile anche dall'esterno, oppure in una perfetta centrale per la video sorveglianza domestica e molto altro. 

La DiskStation DS218play utilizza il sistema operativo Synology DSM (DiskStation Manger). DSM è sempre stato uno dei principali sistemi in circolazione e Synology lo aggiorna a intervalli regolari per aggiungere più funzionalità e app. DSM ha un’interfaccia graficamente ricca con tutte le principali funzionalità del sistema operativo chiaramente elencate. L’homepage elenca solo quattro elementi; Centro pacchetti, Pannello di controllo, File Station e Guida DSM . Facendo clic sulla scheda in alto a sinistra si apre una piccola finestra con opzioni di menu più avanzate rispetto a quella di base.

Facendo clic sull’icona più a destra nella parte superiore della finestra si aprono i widget e le risorse di sistema.

File Station è un gestore di file multipiattaforma che supporta PC Windows, Mac e Linux e dispositivi mobili Android, iOS e Windows Phone. Con esso è possibile accedere e condividere i file sulla DiskStation da qualsiasi luogo. Usando Dropbox, Box, Google Drive e Microsoft OneDrive montati su File Station si può accedere ai dati remoti allo stesso modo dei file memorizzati localmente, ecc.

Il Centro pacchetti è dove si trovano tutte le app aggiuntive, oltre 100 che ci permettono di personalizzare il DS218play in base alle proprie esigenze.

Il monitor risorse è uno strumento facile da usare per tenere d’occhio le risorse della DiskStation. Con esso è possibile monitorare l’utilizzo della CPU, l’utilizzo della memoria, l’utilizzo del disco e il flusso di rete in tempo reale o nello storico.

Per testare la DiskStation DS218play ho utilizzato per ora un hard disk WD Red da 2 TB e fatto alcune prove. Abbiamo notato che la DiskStation funziona bene quando si ha a che fare con file di piccole dimensioni di uso quotidiano, ma si comporta ancora meglio quando si trova in modalità di scrittura piuttosto che in lettura e i file sono stati gestiti dal DS218play senza alcun problema, con una velocità di trasferimento di oltre 100 MB/s per la maggior parte dei casi.

La ventola di raffreddamento da 92 mm che utilizza la DS218play può essere regolata nel DSM in modalità silenziosa, che però potrebbe non raffreddare a dovere il NAS. In questo caso la ventola potrà essere impostata sulla modalità raffreddamento o full-speed.

Ho utilizzato il DS218play principalmente per eseguire tutti i backup dei miei dispositivi, ho configurato infatti la Time Machine del mio MacBook PRO per eseguire backup giornalieri su una cartella dedicata all'interno del NAS, ho configurato l'app Moments sul mio iPhone per effettuare backup della mia galleria immagini e video, ed ho sincronizzato le mie cartelle di lavoro in modo da poter avere sempre a disposizione in qualunque posto e da qualsiasi dispositivo tutti i documenti di cui necessito.

Ho utilizzato il DS218play anche come media center, infatti grazie all'applicazione DS Video e al protocollo DLNA, possiamo riprodurre la nostra biblioteca di film slavati su NAS sul nostro TV. Io ad esempio ho un vecchio TV Led Sony reso smart grazie alla comoda Amazon Fire Stick TV. Per la Fire TV Stick esistono tutte le APP compatibili con Synology per la riproduzione Audio e Video, e la cosa davvero sorprendente di questo NAS, che è poi la sua caratteristica principale, è che è studiato proprio per i patiti del multimedia. DS218play infatti supporta la transcodifica in tempo reale dei contenuti 4K Ultra HD originali. Il che significa in parole povere che consente di convertire immediatamente i video 4K e riprodurli su TV, smartphone e altri lettori multimediali che originariamente non supportano i formati Ultra. Il tutto grazie a Video Station e alla APP DSVideo.

La scelta di passare ad un NAS anzichè proseguire con i backup su HD esterno o con il salvataggio di documenti sui vari Cloud Storage messi a disposizione dai vari Google, Amazon, Microsoft, è stata dettata proprio dalla volontà di raccogliere tutto all'interno di un unico dispositivo, organizzato e automatizzato, capace di mettermi a disposizione un cloud personale non in un server di una azienda terza sperduto chissà dove, ma all'interno di un NAS personale all'interno della mia abitazione o ufficio.

Ma non solo, nel nostro lavoro è importante e necessario condividere file, progetti e informazioni, e quella del NAS è la soluzione a nostro avviso migliore per fare tutto questo.

Conclusioni

In conclusione, la DiskStation di Synology fa parte della linea di prodotti studiati per i patiti del multimedia, supportando la transcodifica in tempo reale dei contenuti 4K Ultra HD a 10 bit ma soprattutto alla presenza di un motore di crittografia dei dati hardware, importantissima per la sicurezza. Inoltre grazie alla gestione centralizzata, DS218play è perfetto per condividere rapidamente i file e per eseguire un backup affidabile di tutti i tipi di dispositivi.

Il sistema operativo Synology DSM (DiskStation Manager) è potente e ricco di funzionalità, ma soprattutto è veloce e facile da configurare. Dal connettere la DS218Play per la prima volta ad essere in grado di utilizzarla occorrono circa 20 minuti al massimo portando con sé un’intera serie di funzioni e app.

Come abbiamo più volte ripetuto, il DS218play è stato progettato per l’utilizzo multimediale prima di tutto, quindi i pacchetti Video Station, Photo Station e Audio Station sono i più completi. Video Station è il luogo in cui gestisci contenuti TV, film e home video. Permette inoltre lo streaming di contenuti su altri PC, lettori multimediali e smartphone (Android e iOS sono tutti supportati). Photo Station è il luogo in cui si organizzano foto e album e si impostano le condivisioni su Internet. Audio Station supporta Digital Media Server e Internet Radio certificati DLNA. Tutti e tre questi pacchetti hanno app mobili corrispondenti per consentire l’accesso tramite uno smartphone; DS video, DS foto e DS audio.

Attualmente la DiskStation DS218play si trova ad un prezzo di 232,90 euro.

Powered by: World(129)