robottino ruota robottino
BEST     TECH
  GUIDE

Power Bank economici, quali acquistare e perch├ę - Le Guide di Best-Tech.it

Un veloce guida che ti aiuterà nella scelta della giusta batteria portatile.

Krix - 04-02-2017
Power Bank economici, quali acquistare e perch├ę - Le Guide di Best-Tech.it

Quante volte vi è capitato di non arrivare a fine giornata con la batteria del vostro dispositivo tecnologico? Tante sicuramente, e ogni volta malediciamo noi stessi per non aver ancora acquistato un Power Bank da portarci dietro per risolvere questo tipo di situazioni.

I Power Bank oggi sono essenziali, si perchè lo sappiamo tutti, le batterie dei nostri amati cellulari,tablet,pc,smartwatch, durano a malapena una giornata, e se non abbiamo modo di ricaricarli siamo persi.

Cosa fare allora?

Finalmente ci decidiamo ad acquistare un power bank per non rimanere più senza energia, apriamo la nostra bella pagina internet, ci colleghiamo su Amazon e cerchiamo con la parola chiave "Power Bank" il dispositivo che diventerà la nostra ancora di salvezza energetica, ma con grande sorpresa ci ritroviamo in mezzo ad una miriade di batterie, da 1000mAh, 10000mAH, 20000mAH, ricarica rapida,attacco USB, micro USB, USB-C, Lightning, piccolo, grande, medio, con led, senza led, wifi charge...insomma una giungla!!!!

Per evitare di scoraggiarsi e finire per chiudere la pagina di ricerca, in questa guida vi spiegherò come acquistare il Power Bank giusto per voi e per le vostre esigenze.

Prima di andare avanti con questa guida, chiedo un piccolo gesto per dimostrare aprezzamento riguardo questo e gli altri articoli che realizziamo, con un semplice mi piace su Facebook, e l'iscrizione al canale ci ripaghi di tanti sforzi e notti insonni laugh

 

 

Perchè la batteria del dispositivo dura poco? 

Innanzi tutto chiariamo il perchè le batterie incluse nei nostri dispositivi durano così poco. La tecnologia è andata avanti, oggi sui nostri smartphone, tablet e smartwatch abbiamo display sempre più grandi e con risoluzioni sempre maggiori, processori potenti e costante connessione ad internet tramite wifi e bluetooth, questo fa si che la batteria del device sia costantemente sotto stress e difficilmente riuscirà ad arrivare alla fine della giornata.

Ecco che allora c'è la necessità di poter collegare il dispositivo ad una presa di corrente, ma molto spesso questo non è possibile, perchè magari siamo sull'autobus, o in metro, o per la strada e dobbiamo fare una telefonata importante,o magari leggere una mail di lavoro...come fare allora? Semplice, collegare il dispositivo ad un Power Bank.

Cos'è un Power Bank?

I Power Bank sono delle vere e proprie batterie portatili, accumulatori di energia, contenute all'interno di un case che può essere in plastica, in alluminio od altri materiali. Può essere caricato da una sorgente di alimentazione, ad esempio la porta usb di un computer, un caricabatterie USB a parete o tramite un qualsiasi cavo USB - microUSB. Una volta carico, il power bank verrà utilizzato per fornire energia ad uno smartphone, un tablet od a qualsiasi gadget elettronico.

Ne esistono di vari tipi, e di varie potenze.  Alcuni permettono la ricarica di più dispositivi contemporaneamente, altri permettono la ricarica rapida, molti sono votati al design, altri invece badano più alla sostanza che alla forma, altri "ecologici" si ricaricano con l'energia solare...insomma ce n'è per tutti i gusti.

Per aiutarti a capire meglio le caratteristiche dei power bank che potrai trovare durante le tue ricerche, ti descrivo qui di seguito quelle che meglio caratterizzano un Power Bank:

La capacità: Indica la quantità di energia che il Power Bank è in grado di immagazzinare
Le dimensioni: Indica l’ingombro del Power Bank
Numero di porte USB: Indica la dotazione di porte USB
Il peso: Elemento essenziale in termini di portabilità

Qual'è il giusto Power Bank per me? 

La capacità

Come detto all'inizio, tutti i dispositivi di cui oggi siamo in possesso, necessitano di una ricarica, alcuni però non li portiamo con noi sempre, e anche se dovessimo portarli non li utilizzeremo così spesso da rimanere senza batteria. Quindi la prima domanda da farsi è: Per quale dispositivo necessito di un Power Bank(Smartwatch, Smartphone,Tablet, PC)?

Si perchè in  base al tipo di dispositivo che vogliamo ricaricare, avremo necessità di un Power Bank di capacità e potenza adeguati. Se vogliamo ad esempio caricare uno Smartphone dotato di una batteria da 2.000mAh avremo bisogno di un Power Bank da almeno 2.660mAh. Se invece abbiamo esigenza di ricaricare un Tablet(che in media ha una batteria da 3.600mAh) dovremmo dotarci di un power bank di capacità di 4.800mAh. Vi renderete conto quindi, facendo una semplice proporzione matematica, che il segreto è scegliere come minimo un power bank che abbia una capacità del 33% più alta rispetto alla batteria del dispositivo che vogliamo ricaricare, per avere la certezza che questo sia in grado di ricaricare il dispositivo al 100% almeno una volta.

Questo 33% di capacità in più serve in quanto durante la fase di carica parte dell'energia si disperderà trasformata in calore, un'altra parte invece verrà assorbita dal dispositivo stesso in quanto probabilmente continuerà ad essere acceso, e svolgerà alcune operazioni in background, o semplicemente voi continuerete ad utilizzarlo per guardare video o fare altro. Quindi questa scorta di energia vi sarà necessaria, altrimenti il vostro power bank non sarà in grado di ricaricare al 100% la batteria del vostro device.

Se acquisterete quindi un Power Bank da 10.000mAh, non ricaricherete il vostro Smartphone(da 2.000mAh) per 5 volte al 100%, ma bensì per 3 volte al 100% e 1 volta al 60%.

L'output

L'output è un valore delicato a cui dobbiamo fare molta attenzione se non vogliamo rovinare la batteria del nostro device. La prima cosa da fare è controllare sul caricabatteria in dotazione al nostro device,  quali sono i valori di output descritti. Il caricabatteria di uno smartphone di livello medio avrà come valori  5.0 V — 0.7 A, un tablet valori del tipo 5.1 V — 2.1 A. 

Dobbiamo quindi scegliere un Power Bank che non si discosti troppo da questi valori, per evitare di stressare la batteria del nostro device. Possiamo discostarci con un discreto margine dai valori riportati dal nostro caricabatteria da muro, ma cosa succede se il nostro Power Bank ha un valore molto inferiore? Fortunatamente niente di grave: dovremo solo aspettare più tempo per avere una ricarica completa. E se il Power Bank ha un valore superiore? In questo caso avremo una carica in tempi abbastanza rapidi e non avremo praticamente alcun danno sulla batteria, a patto che i valori non siano davvero troppo grandi rispetto a quelli del dispositivo.

I sistemi di ricarica veloce alla lunga possono logorare la vita media della batteria del nostro dispositivo. Il miglior compromesso sembra essere 5V-1A, al massimo 5V-1,5A, in modo tale da ricaricare il nostro strumento velocemente, ma in modo pienamente compatibile con la salute della nostra batteria, ma ovviamente questo dipende anche dalla capacità della batteria e dalla tipologia di prodotto.

Oggi esiste una nuova tecnologia, che prende il nome di Quick Charge 3.0, che troviamo integrata solo in alcuni dispositivi, e che consente alla batteria di essere ricaricata da alimentatori e power bank con output 5V-2,5A, migliorando l'efficenza di ricarica del 38% senza stressare circuiti e batterie dei device. 

Questi moderni Power Bank hanno una gestione dell’energia in uscita che protegge da sbalzi di corrente, permette il riconoscimento del dispositivo da ricaricare erogando la giusta corrente, e sono in grado di staccare automaticamente l’alimentazione a ricarica completata, protezione molto importante soprattutto per prevenire i fenomeni di surriscaldamento delle batterie.

Aukey è attualmente il produttore che offre power bank e alimentatori con questa tecnologia, vi consiglio di darci una occhiata, di seguito ve ne metto alcuni molto interessanti:

        

Power Bank ad alta capacità questo di Aukey, 20.000 mAh con 2 uscite USB da 5v-2,4A (tecnologia Air Power Quick Charge) e 2 ingressi uno lightning e uno micor usb. Vi permetterà di ricaricare il vostro smartphone 7 volte al 100%, o il vostro tablet 4 volte al 100% o il vostro Laptop 2 volte al 100%

AUKEY Batteria Portatile 20000mAh
Amazon.it: EUR 21.99
compra su amazon Compra ora su Amazon.it  
Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

 
 

 

Power Bank Aukey da 10.000 mAh, con 2 uscite USB una lenta da 5v-1A e una rapida da 5V-2,1A, con ingresso micro usb.

AUKEY Caricabatterie Portatile di 10000mAh - La recensione di Best-Tech.it
Amazon.it: EUR 22.99
compra su amazon Compra ora su Amazon.it  
Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

 

 

 

Design

Se sei un tipo che va dritto alla sostanza e passi molto tempo all'aperto, ti consiglio di orientarti verso Power Bank che si ricaricano grazie all'energia solare come questo:

AUKEY Caricabatterie Power Bank Solare 12000mA
Amazon.it: EUR 20.99
compra su amazon Compra ora su Amazon.it  
Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!


O su Power Bank con case rinforzato, in grado di sopportare urti e sollecitazioni come questo:

Hiluckey Caricabatteria Solare 10000mAh
Amazon.it: EUR 19.99
compra su amazon Compra ora su Amazon.it  
Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

Se invece sei un tipo attento al design, esistono power bank con case in alluminio, cura delle finiture,e colori da abbinare al tuo smartphone preferito, questi alcuni validi esempi:

Woodie PowerBank(vedi recensione compreta qui -->articolo)

  

 
Alcuni Power Bank, di design o di sostanza, dispongono talvolta di un led che funziona come una torcia. Questa funzionalità può tornarti utile, e non inciderà sul consumo della batteria

del tuo power bank.

 

Il giusto cavo, o wifi charge?

Altro aspetto importante da tenere in considerazione nella scelta di un power bank è la connettività. Verificate sempre l'attacco del vostro dispositivo e controllate di avere il cavo giusto. La maggior parte dei produttori adotta lo standard USB – microUSB, ma una verifica è sempre meglio farla.

Alcuni Power Bank sono dotati di ricarica wireless(wifi charge).Questo sistema permette la ricarica di dispositivi dotati di tale tecnologia(non tutti i dispositivi infatti hanno questa possibilità di ricarica) semplicemente poggiandoli sopra il power bank. Ovviamente questa non è la soluzione ideale per la mobilità, la ricarica wifi presuppone un piano d'appoggio dove collocare power bank e dispositivo,  e soprattutto sono meno efficienti rispetto a quelli con ricarica tradizionale tramite cavo. 

Ok, ho acquistato il power bank, e ora?

La prima cosa da fare dopo aver scartato la confezione del tuo nuovo power bank, è sottoporlo ad alcuni cicli di carica e scarica, per permettergli di raggiungere la la massima potenza di immagazzinamento di energia. Le fonti di calore diretto sono il nemico numero 1 del tuo Power Bank, stanne alla larga,

Conclusioni

Spero che questa guida ti sia stata utile e che sia riuscita a schiarirti le idee. Non è una guida definitiva, e probabilmente potresti avere altre domande a cui non ho risposto all'interno di questo articolo. Se così fosse non esitare, lascia un commento con la tua domanda, saremo felici di dare risposta al tuo quesito.

 

Powered by: World(129)